Tornare ad organizzarsi: ripartire con ordine per risparmiarsi inutile stress

Se tutto va bene tra qualche giorno si ricomincia una routine più regolare, fatta di scuola, lavoro, attività sportiva e quant’altro, e io sono pronta più che mai a tornare a gestire tutte queste cose insieme!

Ho sempre pensato che sapersi organizzare risparmi tanto tempo, fatica e stress, Basta trovare la propria planning routine!

Premessa: questo post è per persone poco tecnologiche! Ovviamente tutto ciò che vi dirò potrebbe essere svolto in via informatica, ci ho provato anche io, ma sono affezionata alla carta: mettere le cose nero su bianco mi aiuta a svuotare la mente e memorizzare già i vari impegni.

Perciò ecco come imposto il mio rientro a scuola e alla normalità

1. Scelgo il mio planner

Come dicevo, io sono vecchio stile: ho bisogno di scrivere su carta per svuotare la mente; Settembre per me è molto più “nuovo anno” di Gennaio, si riparte con nuove energie dopo le ferie estive che spesso segnano un passaggio netto nelle scadenze di lavoro così come per la nuova classe a scuola.

Negli anni, ho provato tanti sistemi e supporti: ho iniziato con una agenda personal che trovavo un ottimo compromesso tra spazio di scrittura e ingombro ridotto (trovate il video dedicato al set up Cliccando qui ) per passare poi ad una agenda formato pocket che mi ha accompagnato per diverso tempo per via del suo formato pratico e comodo per ogni borsetta (trovate il video organizzazione cliccando Qui).

Ma la mia vera “planner peace” l’ho trovata quando mi sono imbattuta nel sistema di organizzazione ideato da Ryder Carrol per tenere traccia del passato, ordinare il presente e progettare il futuro: il bullet journal.

Ci sono molti di voi che probabilmente avranno bisogno del rigore di una agenda precompilata, io personalmente ho giornate in cui ho mille impegni e giornate in cui non ho scadenze particolari da annotare; una agenda che possa essere strutturata secondo le proprie abitudini per me è stata la svolta!

Il metodo quindi è ormai indiscusso, quanto al supporto da utilizzare devo ancora trovare quello adatto a me; qui trovate Il mio primo set up su un quaderno puntinato A6, così come ho fatto l’anno dopo Qui mentre Qui ho usato un notebook Filofax.

Per quest’anno mi lancio sul giapponese provando una imitazione della Hobonichi techo che è perpetua (quindi senza date precompilate) ma con il layout settimanale impostato e una pagina intera per appunti e specifiche varie

Se volete approfondire il metodo bullet journal vi rimando ad una video review sul libro Metodo agenda a punti

2. Aggiorno la mia lavagnetta mensile e quella settimanale

Se condividete la vita con qualcuno sarà opportuno che anche l’altra persona o le altre persone siano a conoscenza dei vostri impegni.

Penso al caso più ovvio: hai nonni o baby sitter che gestiscono gli impegni dei bambini, avranno bisogno di sapere dove andranno portati e l’orario

Oppure se avete coinquilini può essere utile sapere quando siete o meno in casa

Per questo scopo ho trovato un planner magnetico settimanale che riporta una fascia per ogni componente della mia famiglia ed è perfetto per segnalare gli impegni di tutti; visto che non abbiamo animali domestici approfitto di quello spazio per segnare il menù settimanale e l’ultima per le pulizie di casa settimanali da fare.

Nel planner mensile invece segno compleanni, ferie, scioperi, feste e altre cose a lunga scadenza.

Le ho scelte magnetiche perchè ho il frigo in metallo e così le attacchiamo entrambe per averle sott’occhio sempre

3. Organizzo il menu settimanale

Quando i bambini sono a scuola è molto più facile perché scelgo le cene in base a quel che hanno mangiato a mensa; ora che i pasti si fanno quasi tutti a casa, organizzare in anticipo pranzo e cena non è così immediato ma è sicuramente comodo.

Per me organizzare in anticipo i pasti significa ottimizzare il tempo che impiego per fare la spesa, e soprattutto il tempo dedicato a cucinare la sera. Se volete approfondire Trovate anche un video dedicato sul canale dove vi racconto come mi organizzo per Creare il menù settimanale

4. Preparare il necessario la sera prima

per borse dello sport, zaini di scuola e abbigliamento dei bambini, sono già abituata ad organizzarli la sera prima: un occhio alla lavagna per ricordarsi chi ha quale impegno e si prepara di conseguenza la borsa di danza/calcio o la tuta per l’ora di ginnastica etc… e, credetemi, vi risparmierà corse dell’ultimo minuto o preoccupazioni per aver scordato qualcosa!

Per quanto riguarda me, invece, faccio fatica a preparare abiti e accessori con anticipo.

Molto dipende dal fatto che sono molto umorale nelle scelte, dai colori da indossare al profumo al makeup, scelgo in base a come mi sveglio la mattina! È però indubbio che organizzare l’outfit alla sera, oltre a velocizzare le tempistiche, mi permette anche di ruotare molto meglio i vari accessori e indumenti che possiedo, perciò questo fa parte dei miei buoni propositi per il futuro: educarmi a scegliere con più cura le mie mise la sera prima.

Questo è il mio piano di attacco per ricominciare in bellezza l’anno scolastico, voi come scegliete di organizzarvi?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...